Crotone,

Che fine ha fatto l’ukulele di Rino Gaetano?

Dal 2003 non si è più visto in una manifestazione pubblica

Il 29 ottobre prossimo il cantautore calabro-romano Rino Gaetano avrebbe festeggiato 65 anni. È facile capire quanto ci si può sentire orfani di una mente geniale come la sua, piuttosto che quella di Fabrizio De Andrè oppure Massimo Troisi. Certo per Rino Gaetano il legame dei crotonesi e dei calabresi è ancora più radicato alle origini comuni con l’autore di Gianna, Aida e Mio fratello è figlio unico.
Quello che è difficile capire, invece, è che fine ha fatto l’ukulele di Rino Gaetano.
Non quello in marmo della tomba del Verano che è stato trafugato qualche tempo fa, ma quello originale, quello suonato sul palco di Sanremo nel 1978.
Forse non tutti sanno che quell’ukulele è di proprietà della Provincia di Crotone. Acquistato nel 2003 per un nobilissimo scopo: la raccolta fondi di Emergency, associazione fondata da Gino Strada, per la costruzione di un ospedale pediatrico in Sierra Leone. Grazie all’accordo tra Gino Strada e Anna Gaetano, sorella di Rino, il piccolo strumento musicale, diventato quasi simbolo della figura del cantautore, fu messo in vendita su Ebay, il sito di aste on line, dal 28 gennaio al 7 febbraio 2003. All’epoca Anna Gaetano dichiarava: “L’intero ricavato sarà devoluto all’associazione umanitaria Emergency”, impegnata fin dalla sua istituzione nel risolvere i difficili casi dei civili feriti di guerra, e in particolare nel trattamento e nella riabilitazione delle vittime delle mine antiuomo. Nello specifico il ricavato dell’asta servirà per la realizzazione di un ambulatorio pediatrico a Freetown in Sierra Leone”.
L’asta on line viene vinta proprio dalla Provincia di Crotone come si legge nella premessa della Determina dirigenziale numero 293 del 20 marzo 2003: “Con nota assunta al nostro protocollo n° 5162 del 18/02/2003 è sta confermata l’aggiudicazione, da parte della società d’asta Ebay […] dell’offerta fatta dal presidente della Provincia rappresentante legale dell’Ente (che aveva utilizzato il nickname Kammamury) per l’acquisto dell’ukulele originale di Rino Gaetano, attrezzo musicale di origine africana”.
Nella stessa Determina al punto 2 è scritto: “di acquistare per i motivi indicati in premessa l’ukulele originale di Rino Gaetano, previo versamento di euro 5.350 tramite bonifico bancario…”. Al punto 4 della Determina, invece, viene riportato: “di donare l’ukulele alla Fondazione “Una casa per Rino” appena sarà disponibile il museo”. La stessa dicitura viene indicata nella Delibera di Giunta provinciale n° 35 del 26 febbraio 2003, alla quale non partecipano quattro assessori, tra cui Giancarlo Sitra, presidente della Fondazione “Una casa per Rino”. La cosa interessante, però, è l’oggetto della stessa Delibera: “Acquisto ukulele originale di Rino Gaetano per arredo sede con offerta benefica in favore di Emergency….”.
Allora ricapitoliamo. La Provincia, tramite il presidente, legale rappresentante che usa il nickname Kammury, si aggiudica all’asta Ebay l’ukulele originale di Rino Gaetano, prezzo complessivo 5350 euro. Sia nella Delibera che nella Determina è scritto che sarà affidato alla Fondazione “Una casa per Rino” non appena sarà disponibile il museo. Quale museo non è meglio specificato. O forse si visto che Una casa per Rino dovrebbe essere una Fondazione-Museo. Dovrebbe, appunto.
A settembre del 2003 l’ukulele arriva a Crotone. Ecco cosa riporta l’Ansa di quel giorno, con un paio di imprecisioni. Il primo che la partecipazione a Sanremo non è del 1980, ma del 1978 e che l’ukulele se lo è aggiudicato la Provincia e non la Fondazione.
“CROTONE, 6 SET – “Una sala del reparto pediatrico di un ospedale che è in costruzione a Freetown, in Sierra Leone, sarà intitolata a Rino Gaetano”: lo ha annunciato Gino Strada, fondatore di Emergency, partecipando ad un dibattito nell’ambito della manifestazione “Una Casa per Rino”, in corso a Crotone, organizzata dall’omonima fondazione. Strada, nel corso della serata, ha consegnato alla fondazione dedicata a Rino Gaetano l’ukulele utilizzato dal cantautore calabrese in occasione della sua esibizione al Festival di Sanremo del 1980. Lo strumento era stato ceduto da Anna Gaetano, sorella del cantautore, all’associazione Emergency, che lo aveva messo all’asta su un sito Internet allo scopo di raccogliere fondi da destinare alla costruzione dell’ospedale in Sierra Leone. Ad aggiudicarsi l’asta dell’ukulele, chiusa lo scorso 7 febbraio sul sito di E-bay e che ha prodotto la somma di 5.350 euro, interamente devoluti alla stessa Emergency, è stata proprio la fondazione “Una Casa per Rino”. (ANSA).

Dunque l’ukulele è a Crotone, ma chi lo ha mai visto? È stato mai esposto al pubblico? Perché l’ukulele viene consegnato alla Fondazione se nella Delibera di Giunta è scritto che servirà per arredare la sede e che sarà consegnato alla Fondazione solo quando il museo sarà disponibile? Il museo è mai stato disponibile? C’è un museo di Rino Gaetano a Crotone o in qualche altra parte d’Italia? Perché dal 2003 ad oggi nessuno ha visto l’ukulele esposto in pubblico? Dove si trova attualmente? Chi è in possesso dell’ukulele comprato con soldi pubblici dalla Provincia di Crotone?
Se l’ukulele è in possesso della Fondazione, a che titolo visto che non sono stati garantiti i presupposti della Delibera di Giunta e della Determina dirigenziale? (nascita del museo). L’ukulele fa parte o no del patrimonio della Provincia di Crotone? Ed ha mai avuto la funzione di “arredo per la sede” della Provincia?
Certo la Fondazione finché sono stati aperti i rubinetti dei fondi pubblici ha organizzato anche buone cose. E poi?

Tag:,

Al Lantarnino