Crotone,

È morta Stella, il dolce cane che amava gli umani

fb_img_1478850801550 fb_img_1478849400541

 

Ci sono rapporti tra esseri viventi indescrivibili, intensi, talmente intensi da procurare amore, gioia, lacrime e dolore. Ci sono storie che vanno raccontate, come quella di Stella, cagnone dallo sguardo dolcissimo, enorme batuffolo di bontà, di simpatia e di fedeltà. Era anarchica, ma aveva scelto il suo amore, colui col quale sarebbe andata anche in capo al mondo. Amata e coccolata da tantissima bella gente, Stella è morta ieri nel.tardo pomeriggio. Il veterinario fatto arrivare da Giuseppe Trocino dell’Enpa nello studio di Giovanni Monte, che in quel momento gli è stato vicino, non ha potuto fare niente. Stella e Antonio Scerra erano diventati inscindibili, arrivava lui e dietro c’era lei. Ovunque, in qualsiasi luogo. Di seguito riportiamo gli scritti di Antonio Scerra, Giovanni Monte e Danilo Ruberto, tre persone che più di tutte le altre forse hanno avuoto un rapporto privilegiato con Stella, “l’ultima Regina di Crotone”.

“Stellina non ce l’ha fatta, Ha combattuto sino all’ultimo istante, in questi ultimi due anni ha vissuto con me allo studio in compagnia di Camilla, sono tutte creature divine, nostre compagne di un pellegrinaggio terreno. Io sono nato e cresciuto con gli animali e i cani in particolare. In loro mi sono ritrovato solo con uno sguardo, con una carezza, un amore puro e incondizionato che noi essere umani nonostante lo decantiamo non riusciamo a metterlo in pratica. Ecco loro ne sono un esempio che si può e si deve…!! Ringrazio l’avvocato e amico Giuseppe Trocino e il Dr. De Marco dello studio Darwin, che hanno accompagnato la nostra amica all’ultimo istante di vita sofferta da strada, ma che ha raccolto l’amore di tanta gente. ARRIVEDERCI “STELLINA” SARAI OGNI MOMENTO QUI CON ME! (Giovanni Monte)

“Amore mio, mi hai amato in maniera così incondizionata, che hai deciso di raggiungere il Regno dei Cieli in mia assenza, quando io ero lontano da te, sapendo che sarebbe stata atroce per me assistere all’ultimo tuo respiro. Mi hai amato anche in punto di morte. Tu, quella che la tua unica ragion di vita ero io, e tutto il resto era secondario, hai voluto non darmi questo dispiacere..  Sarà impossibile dimenticarti, per me e per chi ti ha conosciuto.

CIAOOOO STELLA…

L’ULTIMA REGINA DI CROTONE” (Antonio Scerra)

“Stella è un pastore silano trovata quindici anni fa in un cassonetto a Tufolo, a Crotone. Per anni ha avuto diverse persone che si sono prese cura di lei, fino a quando lei, ormai adulta e libera, scelse Antonio Scerra come suo umano. Seguiva ogni passo di Antonio, riconoscendone la camminata, il fischio e il rumore delle chiavi da lontano. In giro per Crotone e amata da tutta la cittadinanza, aspettava Antonio Scerra con costanza e pazienza, seguendolo ovunque. E lui seguiva lei. D’estate di notte dormiva sotto casa del suo umano. All’ora di pranzo saliva a casa per il pranzo, invitata nella sua famiglia. Si è spenta il 10 novembre 2016. Arrivederci “Ultima Regina di Crotone”, è il saluto di Antonio Scerra. (Danilo Ruberto)

Tag:,

Al Lantarnino