Crotone
Tempo di lettura: 1m 18s

Due mesi dalla strage di Steccato: piantato un olivo bianco nel cimitero di Crotone

Sono passati due mesi, ma il dolore per la tragedia di Steccato di Cutro non si è lenito nella comunità cittadina.

Continuano, infatti, i momenti di riflessione e di ricordo.

Questa mattina, presso il cimitero cittadino, si è vissuta un’altra pagina di questo dolore collettivo promossa da Italia Nostra in collaborazione con il Comune di Crotone.

Nel luogo dove riposano Alì, una delle vittime più piccole e il giovane Hamid, questa mattina è stato piantato un albero di olivo bianco, donato da Italia Nostra Crotone.

Un significato simbolico molto forte, in quanto come ha spiegato Teresa Liguori di Italia Nostra presente all’iniziativa con il sindaco Voce, l’assessore all’Ambiene Secreto e il consigliere comunale Paolo Acri, l’olivo è simbolo di pace, quella pace che significa convivenza e unità, che appartiene al mar Mediterraneo che deve essere luogo di pace e non di morte.

Tra l’altro, l’olivo piantato è una pianta molto rara, denominata “Olivo della Madonna”, che produce dei fiori e frutti di un colore candido. 

Il sindaco Voce nel suo intervento ha evidenziato la necessità di non dimenticare ma che accanto al ricordo è importante che si assumano provvedimenti che evitino il ripetersi di queste tragedie.

Alla sentita cerimonia è intervenuto Don Stefano Cava che ha benedetto la pianta che crescerà nel cimitero cittadino quale simbolo di ricordo e partecipazione al dolore collettivo di una comunità.