Crotone,
Tempo di lettura: 1m 37s

Dal cinema alla solidarietà: “E io ci sto” dona 50 coperte ad una Social Housing per donne

Riceviamo e pubblichiamo

“Tutto l’affetto che ci arriva dalle persone che ci seguono e credono nei nostri progetti – dagli appassionati di cinema agli enti pubblici e privati, dalle associazioni ai nostri associati – lo ricambiamo con un piccolo gesto.

Certi che il nostro dono possa essere utile a cause molto più delicate. La nostra avventura è iniziata due anni fa e nella dilagante incertezza del momento storico in cui viviamo ci abbiamo sempre creduto. Provare a fare cultura, in questo caso attraverso il cinema, è un’impresa ardua e non sempre valorizzata a dovere. Per fortuna grazie alla sensibilità del pubblico crotonese e delle istituzioni, che pian piano si stanno avvicinando a questa realtà, stiamo riuscendo a dare il nostro piccolo contributo alla comunità.

Dopo il grande successo del #Cinenatale in collaborazione con Calabria Movie e Makéfilm, supportati dal Comune di Crotone, l’associazione culturale “E io ci sto” dona cinquanta coperte all’attività DaMe Housing. DaMe è il primo Social Housing a Crotone: la residenza che offre ospitalità, dai 6 ai 12 mesi, a ogni donna – anche con bambini – che abbia compiuto 18 anni e si trovi senza abitazione o abbia necessità o desiderio di cambiarla, a causa di difficoltà personali, familiari, lavorative, economiche, sociali. Il progetto “DaMe” non è una classica struttura assistenziale: la residenza è affidata alle coinquiline che, attraverso forme di protagonismo, gestiscono gli spazi privati e comuni in piena autonomia e responsabilità. Un semplice gesto che porta un po’ di calore in circostanze non sempre facili. Collaborare con le realtà locali è l’obbiettivo dell’associazione. Solo così, insieme, si possono affrontare i problemi strutturali, sociali ed educativi di una città molto spesso abbandonata nella gestione di questo tipo di situazioni”.