Crotone,
Tempo di lettura: 2m 24s

Crotone, senti chi parla: Cerrelli e la “santa inquisizione scolastica”

La prima cosa che viene in mente è il titolo di un film: “Senti chi parla”, attore protagonista Giancarlo Cerrelli, fino a qualche mese fa anonima comparsa nella vita cittadina di Crotone. Diventa protagonista di  se stesso quando una forza politica come la Lega di Salvini (quella che ha rubato 49 milioni di euro agli italiani e ora li restituirà in comode rate da 80 anni), lo “investe” di una candidatura alle elezioni Politiche. Da quel momento è difficile davvero non vedere il signor Cerrelli anche alle feste di quartiere, qualcuno giura di averlo visto intrufolato anche in un garage dove “si faciva a sarza mentre appicciava a quadara”. Sempre seguito dalla sua fedelissima assistente che lo fotografa e immortala in tutte le sue esternazioni, l’avvocato della Sacra Rota Cerrelli (però lui è contrario ai divorzi, mi raccomando), è comparso ovunque. Dalle manifestazioni per lo stadio al convegno sull’estinzione della tipica “rana ballerina di tip tap”.

Cerrelli ha una fobia, anzi è assillato: la sinistra. La vede ovunque, al contrario del Pd, la scova in ogni dove, anche nelle chiese e nei parroci. Un esempio? Basta scorrere i post sul suo profilo Facebook.
Dopo aver abbracciato l’aquila reale di “Alleanza Cattolica” ora il Nostro abbraccia quella Lega che ha usato i Terroni per prendere voti al Nord, poi ha usato i Migranti per prendere voti al Centro-Sud e Dio solo sa (si ha letto bene Cerrelli, Dio) cosa ha usato per prendere voti al Sud. Intanto ha preso 49 milioni di euro agli italiani. L’ultima uscita stratosferica di Cerrelli è contro un docente del Liceo scientifico Filolao di Crotone”colpevolissimo” di aver dato una traccia del compito che ha messo ragazzoni del V nelle condizioni di ragionare da soli, confrontare due leggi e trarne le proprie conclusioni. Di cosa ha paura Cerrelli, di cervelli pensanti? Oppure ha paura che qualcuno sveli il suo bluff politico?

La cosa più grave è che, secondo quanto abbiamo appreso da alcuni giornali, la Dirigente del Filolao abbia abbracciato acriticamente la teoria cerrelliana-salviniana, tanto da riprendere duramente il proprio docente e far annunciare al Nostro che lui stesso andrà al Liceo Scientifico a tenere una lezione sul Decreto Sicurezza. Questa sì, sarebbe una cosa di inaudita gravità, questa sì richiederebbe l’intervento urgente delle forze democratiche di questo territorio e se occorresse quello della Magistratura. Creerebbe un precedente gravissimo di controllo sul corpo docenti e sull’autodeterminazione di ogni singola persona, alunni compresi. Scusate,  ma alla fine siamo diventati seri perché queste cose risultano essere molto pericolose per chi crede nei valori della democrazia e della libertà.

#iononsonoCerrelli

Luciano Antonio Satyricon