Crotone,

Crotone, il bilancio 2016 dell Guardia di Finanza

La Caserma della Guardia di Finanza di Crotone

Riceviamo e pubblichiamo

In linea con le direttive del Comando Generale del Corpo, per l’esercizio 2016, l’attività della Guardia di Finanza sul territorio della provincia di Crotone, si è sviluppata secondo tre obiettivi definiti “strategici”: all’elusione e alle frodi fiscali, comprensivo degli interventi ispettivi, delle indagini di polizia giudiziaria e della vigilanza nei diversi settori impositivi, nonché il controllo economico del territorio;

agli illeciti in materia di spesa pubblica, che contempla tutti gli interventi, le indagini di polizia giudiziaria e gli altri accertamenti rivolti alla prevenzione e alla repressione di casi di indebita percezione e di malversazione relativi alle uscite dei bilanci, locali, nazionale e dell’Unione europea, nonché di danni erariali, ipotesi di corruzione e altri reati contro la Pubblica Amministrazione;

agli illeciti economici e finanziari in genere, nel quale confluiscono le indagini contro la criminalità organizzata, gli accertamenti patrimoniali e le attività di prevenzione ai sensi della normativa antimafia, i controlli e le ispezioni antiriciclaggio, gli approfondimenti delle segnalazioni di operazioni sospette finalizzati alla prevenzione e al contrasto dell’utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo, gli interventi a contrasto della contraffazione, della pirateria audiovisiva e della vendita di prodotti insicuri e pericolosi, le investigazioni riguardanti i reati societari, fallimentari, finanziari nonché la responsabilità degli enti per gli illeciti amministrativi dipendenti da reato, al quale, se ne aggiunge uno di natura “strutturale” definito in tal modo perché corrispondente alle funzioni stabilmente affidate alla Guardia di Finanza quale organo di polizia giudiziaria a competenza generale ed alla sua appartenenza al sistema della sicurezza.

LOTTA ALLE FRODI FISCALI, ALL’ECONOMIA SOMMERSA ED AL GIOCO ILLEGALE.

La lotta all’evasione fiscale è stata condotta mediante l’effettuazione di 309 interventi tra verifiche e controlli, frutto di un’attenta preventiva e mirata selezione degli obiettivi, basata sull’attività d’intelligence, sul controllo del territorio e sull’utilizzo delle oltre 40 banche dati e applicativi nella disponibilità del Corpo. Contro l’evasione e le frodi fiscali sono state concluse 136 indagini di polizia giudiziaria.Denunciati 39 soggetti responsabili di reati fiscali, di cui il 56% riguarda gli illeciti più gravi di emissione di fatture per operazioni inesistenti e dichiarazione fraudolenta, occultamento di documentazione contabile e indebita compensazione.

Nel contrasto all’economia sommersa sono stati scoperti 6 soggetti “evasori totali”, mentre con specifico riferimento allo sfruttamento della manodopera irregolare o “in nero” 8 datori di lavoro sono risultati aver impiegato 7 lavoratori in “nero” e 1 lavoratore irregolare.

Sequestrate disponibilità patrimoniali e finanziarie per il recupero delle imposte evase nei riguardi dei responsabili di frodi fiscali per oltre 1 milione di euro ed avanzate proposte di sequestro per altri 8 milioni, proposte queste finalizzate ad assicurare all’Erario l’effettivo recupero delle risorse indebitamente sottratte dai responsabili dei più gravi reati attraverso la successiva confisca dei beni nella disponibilità di questi ultimi.

L’attività anticontrabbando nel settore doganale e dei prodotti energetici ha consentito di accertare un consumo in frode di oltre 60 tonnellate di prodotti soggetti ad accise, denunciati 10 soggetti di cui 1 in stato di arresto.

Nella lotta al gioco ed alle scommesse illegali sono stati effettuati nr. 33 controlli, riscontrate 9 violazioni e verbalizzati 12 soggetti.

IL CONTRASTO AGLI ILLECITI IN MATERIA DI SPESA PUBBLICA ED ALL’ILLEGALITA’ NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. (2° OBIETTIVO STRATEGICO).

L’attività di controllo si è concretizzata attraverso l’attuazione di 10 Piani Operativi inerenti la prevenzione e la repressione delle frodi nella percezione dei flussi di finanziamento a valere sui bilanci Nazionali, locali e dell’Unione Europea.

Scoperti casi di illegittima percezione o richiesta di finanziamenti (pubblici, comunitari e nazionali) per oltre 4 milioni di Euro con 200 persone denunciate.

Sono state individuate truffe nel settore previdenziale per circa 1 milione di Euro, con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di 132 persone.

In materia di danni erariali, quale referente principale della Magistratura Contabile, la Guardia di Finanza di Crotone ha segnalato, per connesse ipotesi di responsabilità erariale, 96 persone per aver cagionato danni patrimoniali allo Stato per circa 59 milioni di Euro.

Nell’ambito degli interventi volti a verificare la sussistenza dei requisiti di legge previsti per le prestazioni sociali agevolate e per l’esenzione del ticket sanitario sono state verbalizzate 94 persone.

CONTRASTO ALLA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA ED ALLA CRIMINALITA’ ECONOMICO-FINANZIARIA. (3° OBIETTIVO STRATEGICO).

Sono 15 i Piani Operativi elaborati a livello centrale per prevenire e contrastare ogni forma di infiltrazione della criminalità nel tessuto economico e nel sistema finanziario del territorio, con investigazioni tese a ricercare i canali utilizzati per il riciclaggio ed il reimpiego dei proventi di reato ed a individuare e sequestrare i capitali ed i patrimoni illecitamente accumulati.

Svolti 73 accertamenti economico-patrimoniali a carico di condannati ed indiziati di appartenente ad associazioni mafiose e loro prestanome, con proposte di sequestro per circa 8 milioni di Euro. Effettuati sequestri per circa 25 milioni di Euro.

IL CONCORSO ALLA SICUREZZA INTERNA ED ESTERNA DEL PAESE. OBIETTIVO C.D. “STRUTTURALE”.

In aderenza alle direttive dl Organo di vertice, volte ad assicurare una più diffusa e mirata presenza del Corpo sul territorio, in chiave sia preventiva sia repressiva, mediante la predisposizione di un articolato “dispositivo permanente di contrasto ai traffici illeciti”.

Concorrono a queste attività anche i servizi svolti a seguito di richieste di intervento che giungono al numero di pubblica utilità “117”, servizio questo che consente alla collettività di farsi parte attiva nel contrasto ai fenomeni di illegalità attraverso la segnalazione di singoli casi illeciti.

In tale comparto sono stati eseguiti n. 34 interventi, anche con l’impiego di unità cinofile, all’esito dei quali sono state tratte in arresto n. 11 persone, denunciate a piede libero n. 8 persone, segnalate al Prefetto n. 16 soggetti e sottoposti a sequestro di sostanze stupefacenti: grammi 5.886 hashish e marijuana, grammi 1.962 di cocaina, grammi 472 di eroina, grammi 96 di sostanze psicotrope e nr. 10 piante di canapa.

Tag:,

Profumeria Carolei