Crotone,

Crotone, “Diversi ma Uguali Kr” cerca una casa per le attività dei bambini

Diversi Ma Uguali Kr

Riceviamo e pubblichiamo

“Ci avete dato delle mamme speciali, forti e combattive, ma siamo consapevoli che molti che ci lodano in realtà, nascosti dietro la tastiera, ringraziano Dio di essersela scampata. Che quel “sei una tosta” nasconda un “menomale è capitato a te”. 

In tanti ci avete ripetuto che i nostri figli sono fortunati ad averci come madri ma, a parte la sincerità di pochi, anche in questo caso, si tratta di esorcizzare la paura di avere una tale responsabilità e un “menomale faccio volentieri a meno di quanto sia speciale lei”.
Certamente apprezziamo il “combattive” e per questo ci rimbocchiamo le maniche, partendo dal concetto di “uguaglianza” che è semplicemente proprio di tutti gli individui che, tutti diversi, non chiedono il permesso di esprimersi, ma il diritto, costituzionalmente riconosciuto, di realizzarsi.

In realtà, comunemente, intendere una persona Uguale, è figlio dell’obbedienza, della schiavitù, dell’omologazione. Ma, sapete… si può promuovere uguaglianza anche senza essere omologati.

Alcuni ci muovono un’accusa pesante, quella di mettere in piazza i nostri figli con video, foto e post sui social. Perché in effetti ciò che ci si aspetta da un genitore responsabile è nascondere, tacere, proteggere da occhi indiscreti e spesso cattivi, come se l’unico modo per proteggere i propri figli sia tenerli a casa, lontani dal mondo.
Allora, prendendo spunto dal significato di “diverso”, che deriva dal latino “devertere” “andare in direzione opposta”, facciamo esattamente il contrario delle regole del manuale del genitore coscienzioso, continuando il nostro percorso di informazione, condivisione e accettazione.

Nessuno riuscirà a farci provare imbarazzo per una foto, ci esponiamo tanto quanto i vostri culi al mare, i vostri “un mese, un giorno, un’ora, un minuto e un secondo di te e di me”, i vostri “bella vita bella gente”. 

Lo facciamo con lo scopo di offrire conoscenza a chi non sa, soprattutto a chi ci guarda da lontano e pensa “però che bella famiglia”, e non conosce gli enormi sacrifici, soprattutto dei nostri figli, che ci sono dietro i loro dolci ed esilaranti comportamenti.

Oggi però, in effetti… è arrivato anche il momento del vero imbarazzo, la vera e propria “vergogna” che scaturisce dalla motivazione di questo post, in realtà una richiesta di aiuto.

I bambini di Diversi Ma Uguali Kr in un anno e mezzo hanno fatto passi da gigante, sono stati impegnati in svariati laboratori, in attività ed esperienze disparate, che hanno dato loro sempre più stimoli e cose da vedere e imparare. Sono state realizzate tante attività e concretizzati alcuni progetti, fondamentali anche per il nostro territorio. Ma anche noi genitori siamo cresciuti! Abbiamo acquisito consapevolezza, maturità, abbiamo imparato che la condivisione aiuta, che tenersi per mano in questo nostro percorso, non può farci che bene. Ci avete visti impegnati costantemente, insieme ai bimbi, con un entusiasmo a volte inappropriato, ma siamo stati davvero felici di costruire qualcosa per il futuro dei nostri figli.

Adesso è estate, tempo di mare, ma anche di bilanci e riflessioni. La tregua estiva dalle attività dei bambini, anziché rappresentare la leggerezza per ricaricare le pile, sembra il preludio della negazione delle loro e nostre aspettative perché a settembre non avremo la possibilità di continuare il nostro lavoro. 

Sembra una porta sbattuta in faccia, in realtà…ad avercela una porta!! Non abbiamo una sede che sia la nostra fucina di idee, che ospiti i nostri laboratori, soprattutto che ospiti i nostri bambini nel percorso per diventare grandi.

Quindi ci ritroviamo a chiedere qui, ai nostri contatti, a tutti i followers della nostra pagina, un vero e solido aiuto per offrire delle opportunità non ai nostri bambini, ma alla città, perché i nostri figli sono figli di questo territorio.

Abbiamo bisogno di una sede, di una casa, che abbia la porta spalancata per accogliere l’entusiasmo di tutti i bimbi e la devozione dei loro genitori. 

Avete un luogo sicuro e accogliente da donarci? 

Non abbiamo grandi pretese, solo quella di stare insieme e far crescere i nostri figli dando loro le opportunità giuste per poter affrontare il futuro… da soli. 

La nostra associazione vive delle donazioni di amici, di beneficenza, non abbiamo grandi disponibilità di denaro. 

Vi ringrazio tutti in anticipo, sicuri che ci aiuterete in tanti”.

Diversi Ma Uguali Kr

Tag:

La dolce vita