Crotone,

Crotone, agli arbitri Pittella e Camara le borse di studio Aia intitolate a “Massimo Impieri”

Sono gli arbitri Margherita Elisabetta Pittella e Mamadi Camara i vincitori delle due Borse di studio “Massimo Impieri”, volute dalla famiglia del giovane poliziotto e arbitro, deceduto mentre interveniva sul luogo di un incidente, e dalla sezione Aia (Associazione italiana arbitri) di Crotone. Un premio per arbitri-studenti che si sono distinti per meriti sportivi-scolastici. Massimo Impieri, poliziotto in servizio alla Polizia stradale di Crotone, era arbitro della seziona Aia di Sapri.

È toccato a Francesco Livadoti, vice presidente Aia sezione di Crotone, il ricordo commosso di Massimo Impieri. È stato lo stesso Livadoti, poi, che ha letto la relazione del presidente Natale Colella, assente giustificato poiché convalescente dopo un piccolo intervento. Nella sua relazione inviata all’uditorio, Colella ha sottolineato come nei campionati della provincia di Crotone appena conclusa “non c’è stato nessun episodio di violenza nei confronti degli arbitri”.

Una platea zeppa di autorità ha seguito in maniera attenta tutta la serata. Autorità sportive, come Daniele Paonessa Delegato provinciale Coni, Pino Tallarico presidente provinciale Figc, ma poi Giuseppe D’Amelio vice presidente regionale Aia, monsignor Ezio Limina, cappellano della Questura di Crotone e lungamente ringraziato da Livadoti per la vicinanza sempre dimostrata. Limina ha detto: “Massimo è morto servendo gli altri, cercando di aiutare gli altri. La nostra città in questo caso non ha dimenticato e non dimentica”. Presente la famiglia di Massimo Impieri, arrivata da Sapri e ringraziata più volte da tutti i presenti nella Sala Consiliare del Comune.

Hanno portato i saluti delle rispettive autorità anche il Vice prefetto vicario di Crotone, Sergio Mazzia, il Comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Alessandro Colella; il Dirigente della Questura di Crotone, Michele Spedicati; il comandante della Polizia Municipale, Francesco Iorno; Roberto Larocca tenente di Vascello della Capitaneria di Porto di Crotone; Pisano Pagliaroli Consigliere comunale e presidente della Commissione Sport; Santino Mariano coordinatore di educazione fisica dell’ufficio scolastico provinciale.

Particolarmente graditi i saluti degli associati Aia di altre sezioni, ma che svolgono ruoli istituzionali nel territorio Crotonese, il commissario del Comune di Cirò Marina, il Prefetto Giuseppe Gualtieri e il segretario del Comune di Crotone, Pasquale Monea. Presenti anche i ragazzi degli Sprar (centri di seconda accoglienza per migranti) gestiti dalle associazioni Agorà Kroton e Baobab e che hanno partecipato al torneo a loro riservato dal titolo “Il mondo a colori”.

La serata è stata aperta da un video per ricordare Massimo Impieri e Giuseppe Mellino, arbitro crotonese scomparso di recente.   Attestati per tutte le squadre partecipanti al M\emorial di calcio intitolato a Massimo Impieri.

Il premio per meriti sportivi al Crotone calcio per aver dato lustro alla città e a tutto il territorio, ritirato da Antonio Galardo, direttore tecnico del settore giovanile del Crotone calcio.

Premio miglior dirigente sportivo a Domenica De Miglio della società San Mauro Marchesato.

Il presidente regionale Aia Franco Longo, dopo aver premiato Mamdi Camara, ha concluso la serata con il suo intervento.

Nell’occasione è stato anche presentato il nuovo gonfalone della seziona Aia di Crotone tenuto orgogliosamente dal presidente onorario dell’Aia Crotone, Cataldo Varano.

Tag:,

Istituto S.Anna