Crotone
Tempo di lettura: 1m 46s

Crotone aderisce al Treno della Magna Grecia

Il Comune di Crotone, su proposta dell’assessore al Turismo Maria Bruni, ha aderito al progetto “Viaggia in treno e scopri la Calabria” realizzato dall’Associazione Ferrovie in Calabria in collaborazione con la Divisione Business di Trenitalia Calabria ed il patrocinio di Fondazione FS Italiane.

Con questa adesione – dichiara la Bruni – Crotone entra nell’itinerario del Treno della Magna Graecia, in rete con Bova e Locri. Tale iniziativa contribuirà alla destagionalizzazione del turismo con visitatori a Crotone, la città con il clima migliore di tutta la Calabria, tutto l’anno”.

Verso il turismo in tutte le stagioni va anche il presidente dell’associazione Ferrovie in Calabria, Roberto Galati che, con questo progetto, mira anche a potenziare il turismo scolastico con la programmazione di gite scolastiche anche su Crotone. Inoltre, è in corso di realizzazione un calendario di date in cui questo Treno farà tappa a Crotone e l’amministrazione comunale cercherà di coordinarle con gli eventi organizzati dall’ente stesso al fine di darne maggiore risalto

Il Treno della Magna Graecia – aggiunge la Bruni – non è da considerare soltanto come uno spostamento per arrivare a destinazione ma deve intendersi come un’opportunità per una crescita economica della città. Ci sarà un incremento di visitatori che vorranno rifocillarsi, degustare piatti tipici crotonesi, partecipare ad eventi di enti ed associazioni locali”.

Per la parte di promozione del patrimonio storico e culturale, già dall’anno scorso, l’associazione delle Ferrovie collabora con l’associazione Santa Critelli; considerando Crotone un museo diffuso, il Treno della Magna Graecia darà l’opportunità a enti ed associazioni culturali di proporre iniziative collegabili tra loro.

Al fine di dare ampia diffusione di questa iniziativa – conclude l’assessore Bruni – insieme al presidente Galati si farà promotrice di un incontro con le associazioni dei commercianti e quelle di promozione turistica affinché si condivida il calendario degli arrivi e l’accoglienza”.