Crotone,

Acqua a Crotone: riunione in Comune con Sorical: “Sarà ripristinato il normale flusso”

Sindaco risponda alle nostre domande sull’acqua.

Sindaco Pugliese perché tutta questa referenza nei confronti di Sorical?

Perché non dà seguito al referendum degli italiani e dei crotonesi che hanno votato per l’acqua bene pubblico?

Perchè non adotta nessun provvedimento?

Il fatto che Congesi e il Comune siano debitori nei confronti di Sorical (tra l’altro in liquidazione) può permettere alla stessa di decidere sul bene dei cittadini crotonesi?

Quando farà il sindaco di tutti e deciderà che l’acqua dei crotonesi è pubblica e nessuno potrà mai né ridurla né chiuderla se non per problemi urgenti che non siano i debiti con altre società?

Si è tenuto questa mattina nella Casa Comunale un incontro tra Comune di Crotone e Sorical relativo al servizio idrico in città. Alla riunione hanno preso parte i rappresentanti di Sorical e quelli del Comune. “Al termine della riunione è stato definito che sarà sospesa la riduzione fino da oggi effettuata da Sorical – è scritto in una nota – e ripristinata la normale portata idrica. Congesi nel frattempo redigerà nel breve un piano di rientro che sarà proposto al Comune”.

Intanto molto cittadini continuano ad essere da giorni senz’acqua nonostante già un primo comunicato molto simile a quello appena inviato dal Comune di Crotone.

E mentre Congesi, Comune e Sorical discutono, viene interrotto un servizio di primaria e vitale importanza come l’erogazione dell’acqua potabile. C’è da chiedersi se veramente non ci sia la possibilità che questo rappresenti un vero e proprio reato come “interruzione di pubblico servizio” e, occorre sempre ricordare che in materia di sanità il primo responsabile di una città è il sindaco che può decidere di adottare tutti gli strumenti che la legge mette a sua disposizione.

 

Tag:,