Pci: spese militari, solidarietà Occhetto a Gorbaciov

Secondo Occhetto “se non si pone fine al perverso ciclo del riarmo che ha contrassegnato gli anni ottanta, non vi potranno essere risorse sufficienti a risolvere i grandi problemi globali dai quali dipende la sicurezza dell’intero pianeta. La strada da seguire è quella della graduale ma decisa riduzione della spesa militare ad est e ad ovest, da attuarsi anche con decisioni autonome. L’iniziativa per il disarmo è il principale degli aiuti che si possono e si devono fornire all’est e a quanti nell’est si battono per il rinnovamento e per impedire una deriva e un’involuzione a destra”. Il segretario comunista ha aggiunto che occorre che il negoziato di Vienna “sia chiuso entro l’anno e che sia allargato il problema delle forze aeree. Lo stesso De Michelis, la settimana scorsa, a Vienna, riprendendo una nostra proposta si è impegnato in questo senso. Questa è una visione della politica estera seria e non consociativa. In questo quadro l’intenzione dichiarata da Bush di ridurre l’impegno Usa nelle basi militari all’estero rimette in questione la decisione sugli F-16 per i quali occorrono appropriate iniziative del governo per evitarne l’installazione. Nel frattempo è necessario sospendere i progetti di costruzione della base di Crotone, come ho avuto modo di dichiarare ieri in una grandissima manifestazione in quella città, prospettando anche, se necessario, un atto unilaterale”.

 

Notizie Correlate

Ultime Recensioni

Stefano Bollani – Arrivano gli alieni

Terzo disco da solista per il compositore, pianista e cantante jazz Stefano Bollani, dopo Smat Smat (2003) e Piano solo (2007).

Everest

Jake Gyllenhaal veste i panni di uno scalatore nello spettacolare e drammatico film ispirato ad una storia vera.

Stephen King – Chi perde paga

Torna il “re” del thriller con il secondo capitolo della trilogia poliziesca dedicata alle inchieste del detective Bill Hodges.

James Taylor – Before this world

Il leggendario cantautore statunitense torna al primo posto della classifica Billboard America a 45 anni di distanza dall’ultima volta.

Terzo disco da solista per il compositore, pianista e cantante jazz Stefano Bollani, dopo Smat Smat (2003) e Piano solo (2007).

Jake Gyllenhaal veste i panni di uno scalatore nello spettacolare e drammatico film ispirato ad una storia vera.

Torna il “re” del thriller con il secondo capitolo della trilogia poliziesca dedicata alle inchieste del detective Bill Hodges.

Il leggendario cantautore statunitense torna al primo posto della classifica Billboard America a 45 anni di distanza dall’ultima volta.

© 2017 RGB Communication srls · PI 03409750795 · Powered by Idemedia.