Daniel Mercurio

Ipotesi aneurisma per la morte di Daniel

Eseguita questo pomeriggio l’autopsia sul corpo del piccolo morto sabato sera a soli 12 anni

Sarebbe stato un aneurisma, probabilmente di natura congenita, a stroncare la giovane vita di Daneil Mercurio, il bambino di 12 anni di Aosta, deceduto sabato sera a Isola Capo Rizzuto. Oggi pomeriggio un equipe medica di cui facevano parte diversi specialisti, ha eseguito l’autopsia sul copro del piccolo nell’obitorio dell’ospedale San Giovanni di Dio di Crotone. L’autopsia era stata richiesta dalla Procura della Repubblica di Crotone che ha aperto un fascicolo sulla morte di Daniel.

Ieri gli uomini della squadra Volanti della Questura di Crotone e quelli della squadra Mobile avevano proceduto al sequestro di documenti e ad ascoltare diverse persone, tra cui i genitori del piccolo Domenico Mercurio e Manuela Communod, nel tentativo di costruire l’esatta dinamica dell’accaduto. Daniel si è sentito male la sera di sabato mentre stava cenando con alcuni familiari in un ristorante di Isola Capo Rizzuto. Il bambino si è accasciato dopo un forte mal di testa e dopo aver vomitato. A nulla sono valse le prime e immediate cure prestategli da un medico ed una infermiera che si trovavano in zona. Daniel sarebbe arrivato all’ospedale di Crotone già in arresto cardiocircolatorio e poco dopo sarebbe subentrato il decesso.
Passeranno diversi giorni prima che i periti depositino i risultati dell’autopsia. Il corpo del piccolo Danile domani lascerà Crotone per giungere nella sua Val D’Aosta. Sabato pomeriggio alle ore 15:30, nella chiesa di Saint-Christophe, dove viveva il piccolo, si svolgeranno i funerali. Tutta la zona si è stretta attorno alla famiglia di Daniel, compresi gli abitanti di Quart dove il bambino frequentava la scuola media.

Notizie Correlate

Ultime Recensioni

stefano-bollani

Stefano Bollani – Arrivano gli alieni

Terzo disco da solista per il compositore, pianista e cantante jazz Stefano Bollani, dopo Smat Smat (2003) e Piano solo (2007).

Everest-La-Scalata

Everest

Jake Gyllenhaal veste i panni di uno scalatore nello spettacolare e drammatico film ispirato ad una storia vera.

stephen-king

Stephen King – Chi perde paga

Torna il “re” del thriller con il secondo capitolo della trilogia poliziesca dedicata alle inchieste del detective Bill Hodges.

jamestaylo-photo

James Taylor – Before this world

Il leggendario cantautore statunitense torna al primo posto della classifica Billboard America a 45 anni di distanza dall’ultima volta.

Terzo disco da solista per il compositore, pianista e cantante jazz Stefano Bollani, dopo Smat Smat (2003) e Piano solo (2007).

Jake Gyllenhaal veste i panni di uno scalatore nello spettacolare e drammatico film ispirato ad una storia vera.

Torna il “re” del thriller con il secondo capitolo della trilogia poliziesca dedicata alle inchieste del detective Bill Hodges.

Il leggendario cantautore statunitense torna al primo posto della classifica Billboard America a 45 anni di distanza dall’ultima volta.

© 2015 RGB Communication srls | PI 03409750795. Powered by Idemedia.